Settembre 11, 2014

Birra senza glutine IOI

Birra senza glutine Gjulia IOI, una novità artigianale

Nel mercato delle birre senza glutine è arrivato un nuovo, interessante prodotto. La nuova birra senza glutine di cui stiamo parlando si chiama IOI, un nome che richiama una tipica esclamazione in dialetto friuliano. Ed è infatti proprio in Friuli Venezia Giulia che questa nuova birra per celiaci viene prodotta, più precisamente nel microbirrificio artigianale agricolo Gjulia, che ha immesso sul mercato una nuova birra artigianale senza glutine realizzata con malto d’orzo. Il procedimento di questo birrificio elimina il glutine in maniera completamente naturale in fase di produzione, non lasciandone nessuna traccia, e dunque rendendo la birra adatta ai celiaci. Si tratta di un sistema molto innovativo, che allo stesso tempo conserva un sapore classico, piacevole e tradizionale, come può testimoniare chiunque abbia assaggiato la birra IOI.

La birra senza glutine IOI, essendo artigianale e agricola, si distingue dalle birre senza glutine industriali. Si tratta di una bionda ad alta fermentazione, che si presenta con un colore giallo carico con riflessi di arancione. Il suo odore richiama gli agrumi, e il suo corpo al palato è fresco e semplice.

La produzione della birra senza glutine IOI prevede la fermentazione in 30 giorni dentro a serbatoi di acciaio a temperatura controllata con rigore, in modo da far formare il corpo e la gradazione. In seguito la birra viene imbottigliata aggiungendo una selezione di lieviti, e fatta fermentare per un altro mese, diventando più fine e producendo il tipico sedimento naturale delle birre artigianali.

La gradazione alcolica della birra IOI è del 4,7%, i gradi plato sono 10, la temperatura consigliata per servirla è di 8 gradi centigradi. Disponibile solo in formato da mezzo litro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



403 Forbidden

Forbidden

You don't have permission to access /get.php on this server.

Additionally, a 403 Forbidden error was encountered while trying to use an ErrorDocument to handle the request.